Dintorni

La Xenia Country House si trova nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, secondo parco in Italia per dimensioni e dichiarato dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità, che si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell’appennino campano-lucano, comprendendo le cime degli Alburni, del Cervati e del Gelbison, nonché i contrafforti costieri del Monte Bulgheria e del Monte Stella.

Alle straordinarie bellezze naturalistiche, dovute alla notevole eterogeneità del territorio, si affiancano il carattere mitologico e misterioso di una terra ricca di storia e cultura: dal richiamo della ninfa Leucosia alle spiagge dove Palinuro lasciò Enea, dai resti delle colonie greche di Elea e Paestum alla splendida Certosa di Padula.

La posizione privilegiata della Casa permette ai suoi Ospiti di raggiungere in breve tempo le più belle e caratteristiche spiagge e calette del Tirreno, tra le quali: Cala Bianca a Camerota (59 Km) eletta la più bella d’Italia 2013 da Legambiente; la suggestiva Palinuro (52Km) con il suo arco naturale; la romantica Acciaroli (26 Km) con il suo borgo antico, che pare abbia ispirato Hemingway nella stesura del “Vecchio e il mare”; alla cinematografica Santa Maria di Castellabate (21 km) set del film “Benvenuti al Sud”; per finire con la mitologica punta Licosa (30 Km), qui un’antica leggenda narra che la sirena Leucosia venne trasformata in scoglio dopo essersi gettata dalla rupe per un amore non corrisposto. Le più vicine Casalvelino e Ascea sono a 16 km di distanza.

A pochi chilometri di distanza sono situati importanti parchi naturali come: l’Oasi del fiume Alento (10 Km), la risorgiva del Bussento e le Oasi WWf del Bussento e di Persano, le suggestive gole del Calore e le Grotte di Castelcivita e dell’Angelo a Pertosa, per finire con l’osservatorio astronomico Aresta di Petina in cima agli Alburni, a 1300 metri di altitudine.

La zona, inoltre, è particolarmente ricca di insediamenti archeologici di rilievo internazionale, come: l’area archeologica di Velia (23 km); l’area archeologica di Paestum con il suo Museo archeologico Nazionale (33 Km); i resti dell’antica città pre-romana di Volcei a Buccino; la medievale Certosa di San Lorenzo a Padula, per finire con i borghi fantasmi di Roscigno vecchia, Sacco vecchia e San Severino di Centola.

A solo un’ora di automobile si giunge a Salerno, con un’ora e mezza sarete a Positano e nella Divina Costiera Amalfitana, meta ambita del jet set internazionale; non lontano nella zona del Vallo di Diano c’è Contursi con le sue rinomate terme.

Back to Top